27 Gennaio 2021 – Giornata della Memoria

27 Gennaio 2021 – Giornata della Memoria

27 Gennaio 2021 – Giornata della Memoria

Mancano due giorni al 27 gennaio una data importante in cui si ricorda l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz dalla 60esima armata dell’esercito sovietico. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazifascista.
Da 20 anni la Uilscuola e l’Irase hanno iniziato un Progetto culturale per rafforzare la conoscenza della shoah tra i giovani, tramite azioni di formazione del personale scolastico, anche in collaborazione con le comunità ebraiche attraverso seminari, percorsi residenziali in varie province in Italia, ma anche a Gerusalemme, presso lo Yad Vashem, il Centro di Studi Internazionale della shoah, per studiare la didattica della shoah e ad Auschwitz e Birkenau, per un progetto organizzato dalla Uil “Un percorso per la testa che colpisce al cuore”, per accompagnare giovani che per la prima volta visitavano i luoghi degli orrori.
L’intento è quello di far conoscere ai giovani gli eventi che hanno segnato in modo indelebile la storia dell’umanità, le leggi razziali, la shoah , partendo dal principio che la non memoria è la prima causa di comportamenti negativi, riproponibili all’interno della società. Per questo la Uilscuola e l’Irase, si rivolgono ai docenti, entrando in concetti di memoria più tangibili, non solo legati ai libri di testo, ma a quelli delle visite ai luoghi o attraverso l’ascolto dei racconti dei sopravvissuti , quest’ultimi, purtroppo, sempre più pochi.
E’ proprio nella scuola e dalla scuola che bisogna partire per non dimenticare! La scuola,  quella della Costituzione,  funzione essenziale dello Stato e non servizio a domanda per accettare “clienti”, una scuola libera che formi i cittadini consapevoli. La UIL, la UIL Scuola e l’IRASE lavorano insieme per mantenere i valori e i principi dell’attuale sistema democratico e partecipato. La scuola di ottanta anni fa si fece trovare impreparata a difendere la democrazia e il pluralismo, subendo nel suo stesso intimo, l’onta delle leggi razziali. Ora non possiamo permettercelo, dobbiamo difendere la Scuola libera e democratica!!
Quest’anno, con l’emergenza pandemica non abbiamo potuto realizzare l’incontro annuale come quello dell’anno scorso che ci ha visto partecipi di una giornata istruttiva, coinvolgente ed emozionante a Gorizia, voluta dalla struttura territoriale Uilscuola di Gorizia e ribadendo quello che è il nostro pensiero comune alla base del nostro progetto culturale, che il Giorno della memoria non è soltanto una ricorrenza, in cui si medita sopra una delle più grandi tragedie della storia, ma è un invito costante e stringente all’impegno ed alla vigilanza per non abbassare l’attenzione sui tanti episodi di odio, razzismo, offesa dei diritti umani, grandi e piccoli che siano, che ancora oggi minacciano il nostro vivere civile, abbiamo voluto realizzare un breve video, per confermare l’impegno a sensibilizzare il mondo della scuola, che è il mondo dei futuri cittadini per sviluppare in loro la capacità di avere giudizi e non pregiudizi ed avere anche la capacità di confrontarsi e di stare insieme, nel rispetto degli altri e quindi riconoscendosi negli altri.
Vogliamo anche comunicarvi che appena l’emergenza pandemica ce lo consentirà, vorremmo ricordare i 20 anni con un evento in cui saranno coinvolti i nostri validi partner, le comunità ebraiche, il Pitigliani, lo Yad Vashem e tutti gli altri che ci hanno visto insieme in iniziative per “non dimenticare”.
Pino Turi – Segretario generale Uilscuola
Mariolina Ciarnella- Presidente Irase Nazionale